Statuto dell'AssociazioneCentro di Studi ed Iniziative Culturali

Art.1 - (Costituzione, denominazione, sede, durata)
E' costituita l'Associazione denominata "Centro di studi ed iniziative culturali "Pio La Torre" con sede in Palermo. L'Associazione non ha fini di lucro ed ha durata illimitata (ONLUS - Organizzazione non lucrativa di utilità sociale).

Art.2 - (Finalità dell'Associazione)
Finalità principali dell'Associazione sono quelle di operare sul terreno propositivo e dell'animazione culturale in favore delle classi subalterne, dei ceti popolari e dei sogetti svantaggiati e, in virtù dell'esperienza maturata nel particolare contesto siciliano e meridionale, di prevenire i fenomeni della criminalità mafiosa ed organizzata, dell'estorsione, dell'usura e di fornire assistenza, solidarietà, tutela ed informazione ai sogetti vittime di tali fenomini, favorendo la crescita e la diffusione, soprattutto a livello popolare, di una cultura e di una coscienza antimafiosa sia a livello nazionale sia internazionale.
In questo quadro, l'Associazione intende realizzare e promuovere studi, iniziative e ricerche originali concernenti:

  • aspetti e problemi della Sicilia contemporanea che rinnovino e valorizzino il patrimonio ideale e politico segnato dalla vita e dall'opera di Pio La Torre, e ciò con lo scopo principale di focalizzare ed avviare a soluzione le esigenze ed i problemi sociali ed economici delle classi subalterne, dei ceti popolari e dei soggetti svantaggiati;
  • la focalizzazione e la prevenzione dei fenomeni della criminalità mafiosa ed organizzata, dell'estorsione, dell'usura in ambito nazionale e internazionale;
  • l'assistenza, la solidarietà, la tutela e l'informazione a vantaggio dei soggetti vittime di estorsione, usura e di altri reati posti in essere dalla criminalità organizzata.

Temi principali di intervento dell'Associazione sono: lo studio delle tradizioni storiche e culturali della Sicilia, nonchè lo studio e l'analisi della storia e delle condizioni delle classi subalterne, del movimento contadino e operaio, dei ceti popolari dei soggetti svantaggiati; lo studio, l'analisi e la conoscenza dei fenomeni della criminalità mafiosa ed organizzata nazionale ed internazionale, dell'estorsione, dell'usura, nonchè la realizzazione e la promozione di attività ed iniziative per l'assistenza, la solidarietà, la tutela e l'informazione in favore dei soggetti vittime di tali fenomini, per la prevenzione dei medesimi, per la diffusione di una coscienza antimafiosa; i temi della rinascita e dello sviluppo della Sicilia e del Mezzogiorno, con particolare riguardo alle problematiche ed alle esigenze delle classi subalterne, dei ceti popolari e dei soggetti svantaggiati, nonchè delle vittime della criminalità mafiosa ed organizzata e dei connessi fenomeni dell'estorsione e dell'usura; le tematiche relative all'Autonomia Siciliana; le iniziative per la pace ed il disarmo con particolare riguardo alla cooperazione nel Mediterraneo; lo studio del territorio come spazio storico-sociale ed umano e come risorsa economica ed ambientale.
L'Associazione svolge la propria attività promuovendo il confronto con studiosi. operatori, istituzioni di ricerca, associazioni e fondazioni nazionali ed internazionali, espressione di diversi orientamenti ideali, politici e culturali.

Art.3 - (Attività dell'Associazione)
Per il perseguimento degli scopi sociali l'Associazione:

svolge, in ambito nazionale ed internazionale, attività di ricerca, anche in collaborazione con altre associazioni, enti, istituti, università, singoli studiosi;

promuove, in ambito nazionale ed internazionale anche in collaborazione con altre strutture ed avvalendosi di consulenze esterne, studi, convegni, seminari, mostre, incontri, iniziative, attività ed ogni altra iniziativa scientifica, culturale, operativa ed organizzativa idonea a perseguire e realizzare le finalità statutarie;

promuove, anche in collaborazione con altre strutture ed avvalendosi di cosulenze esterne, attività di sostegno e tutela, anche legale, delle vittime dell'azione della criminalità mafiosa ed organizzata, dell'estorsione, dell'usura, segnatamente in favore dei soggetti meno abbienti;

promuove attività editoriali e pubblicazioni, anche in forma periodica, atte a diffondere i risultati delle proprie ricerche ed attività, gli atti di convegni e seminari da esso organizzati ed ogni altro lavoro e contributo che risulti utile allo svolgimento della propria attività;

organizza il proprio corpo documentario in strutture di biblioteca ed archivio da rendere accessibili al pubblico, segnatamente in favore di quello meno abbiente, anche con la struttura informatica di INTERNET secondo modalità da fissare in apposito regolamento e raccoglie scritti e pubblicazioni di Pio La Torre e su di lui ed anche sulle altre vittime della violenza mafiosa;

istituisce borse di studio a favore di giovani studenti, segnatamente di quelli meritevoli e bisognosi, per studi ed attività che hanno come tema il pensiero e l'opera di Pio La Torre o gli altri temi di iniziativa dell'Associazione;

effettua operazioni mobiliari, immobiliari e finanziarie necessarie o utili per lo svolgimento delle attività sociali;

svolge ogni altra attività direttamente o indirettamente utile al raggiungimento delle finalità statutarie.

 

Non è consentito svolgere attività diverse da quelle istituzionali ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse.

Art.4 - (Le entrate e il patrimonio sociale)
Le entrate dell'Associazione sono costituite da:

le quote associative e i contributi annuali dei soci, nella misura stabilita dal Comitato di Direzione;

contributi, elargizioni, lasciti, donazioni da parte di persone fisiche, società ed enti pubblici e privati, finalizzati al perseguimento degli scopi dell'Associazione;

gli introiti derivanti dalle attività istituzionali.

 

Il patrimonio dell'Associazione è indivisibile ed è costituito:

dal patrimonio mobiliare ed immobiliare di proprietà dell'Associazione;

dal fondo di riserve costituito con le eccedenze di bilancio.

 

E' tassativamente vietato distribuire, anche indirettamente, utili ed avanzi di gestione, riserve ed altri fondi. Gli eventuali avanzi di gestione dovranno essere impiegati per la realizzazione delle attività Istituzionali e di quelle direttamente connesse.
In caso di scioglimento dell'Associazione il patrimonio sociale e le entrate che risultino non spese dovranno essere devoluti ad altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art.3, comma 190, della legge n.662/96, nei modi e nei termini stabiliti dall'Assemblea dei soci di cui all'art.8 ai sensi dell'art.10 del D.Lgs n.460 del 4 dicembre 1997.
L'esercizio finanziario coincide con l'anno solare.

Art.5 - (Ammissione ed esclusione dei soci)
Possono essere soci del "Centro di studi ed iniziative culturali 'Pio La Torre"' tutte le persone fisiche, giuridiche, organizzazioni ed enti che si riconoscono nelle finalità statutarie, si impegnano ad accettare lo statuto ed attenersi alle deliberazioni che regolamenteranno la vita sociale.
I soci sono eguali tra loro nei diritti e nei doveri.
Ogni socio ha il diritto di voto per l'approvazione e la modificazione dello statuto e dei regolamenti.
Ogni socio ha il diritto di voto per la nomina degli organismi direttivi dell'associazione ed il diritto di essere eletto nei medesimi.
E' esclusa la temporaneità della partecipazione dei soci alla vita associativa.
Per essere ammessi a socio è necessario il versamento della quota associativa ed il relativo rilascio della tessera da parte del Comitato di Direzione che si esprime insindacabilmente sulle richieste di ammissione.

I soci cessano di appartenere all'Associazione:

per dimissioni, quando ne diano comunicazione scritta al Comitato di Direzione.
Le dimissioni hanno decorrenza immediata salvo il pagamento della quota associativa
per l'anno in corso;

per esclusione, nei casi di gravi inadempienze agli obblighi derivanti dal presente
statuto, di morosità, di incompatibilità con la natura degli scopi perseguiti dall'Associazione, e, quando, in qualunque modo, arrechino danni morali e materiali all'Associazione. L'esclusione dei soci è deliberata dall'Assemblea a maggioranza dei presenti.

 

Art.6 - (Organi dell'Associazione)
Sono organi dell'Associazione:

il Presidente,

l'Assemblea dei soci,

il Comitato di Direzione,

il Collegio dei Revisori dei Conti,

il Collegio dei Probiviri,

il Comitato Scientifico.

 

Art.7 - (Il Presidente)
Il Presidente è eletto dal Comitato di Direzione tra i suoi componenti, dura in carica due anni e può essere rieletto.
Il Presidente ha la rappresentanza legale dell'Associazione e la firma di fronte ai terzi e in giudizio.
Il Presidente convoca e presiede l'Assemblea e il Comitato di Direzione, sovraintende alle attività dell'Associazione ed alla esecuzione delle delibere degli organi sociali.
In caso di urgenza il Presidente può esercitare i poteri del Comitato di Direzione riferendone allo stesso tempestivamente e, in ogni caso, nella riunione immediatamente successiva.
Ad ogni altro effetto il Presidente, in caso di assenza o impedimento è sostituito dal Vice-presidente.

Art.8 - (L'Assemblea dei soci)
L'Assemblea è composta dalla totalità dei soci e da un rappresentante per ciascuno delle persone giuridiche, organizzazioni ed enti associati.
Tutti i soci ed i rappresentanti dei soci - persone giuridiche hanno diritto a voto. L'Assemblea discute le linee generali dell'attività dell'Associazione, delibera sul programma di attività e sulle iniziative che le vengono sottoposte dal Presidente, dal Comitato di Direzione e da singoli soci; approva il bilancio, il rendiconto e le relazioni del Comitato di Direzione e del Collegio dei Revisori dei Conti; elegge il Comitato di Direzione; delibera sulle modifiche statutarie e sull'interpretazione del presente Statuto; delibera su tutti gli altri oggetti attinenti la gestione sociale riservata alla sua competenza dal presente Statuto.
L'Assemblea si riunisce almeno tre volte l'anno su iniziativa del Presidente o su richiesta di almeno 1/5 dei soci, e dovrà aver luogo, in questo caso, entro venti giorni dalla data della richiesta.
In prima convocazione l'Assemblea è regolarmente costituita con la presenza di metà più uno dei soci. In seconda convocazione è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera validamente a maggioranza dei voti dei presenti su tutte le questioni poste all'ordine del giorno; la seconda convocazione può aver luogo lo stesso giorno della prima.
Per deliberare sulle modifiche statutarie e sullo scioglimento e liquidazione dell'Associazione è indispensabile la presenza di almeno il 50% dei soci ed il voto favorevole dei 3/5 dei presenti.
Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto quando ne faccia richiesta un terzo dei presenti.

Art.9 - (Il Comitato di Direzione)
Il Comitato di Direzione è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'Associazione, salvo quanto di competenza dell'Assemblea. Esso definisce le linee di priorità delle attività di cui all'art. 3 ed elabora i programmi di ricerca e di iniziativa dell'Associazione.
Esso è composto da non più di quindici membri eletti dall'Assemblea. In caso di parità nelle votazioni il voto del Presidente vale per due voti. I suoi componenti durano in carica due anni e sono rieleggibili.
Il Comitato di Direzione elegge al suo interno il Presidente, il Vice-presidente, il Segretario - cassiere e fissa gli incarichi e le responsabilità di altri eventuali componenti del Comitato in ordine all'attività programmata. Il Comitato di Direzione autorizza la stipula di tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti all'attività dell'Associazione, delibera in merito ai rapporti con enti ed istituzioni esterne e su eventuali convenzioni con collaboratori e ricercatori. Il Comitato di Direzione istituisce sezioni di lavoro e di ricerca e nomina i responsabili; predispone il bilancio preventivo e il rendiconto annuale da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea.

Art.10 - (Il Collegio dei Revisori dei Conti)
Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto di tre membri nominati dall'Assemblea e scelti tra i soci dell'Associazione. Essi provvedono al riscontro degli atti di gestione, accertano la regolare tenuta delle scritture contabili e la fondatezza delle valutazioni patrimoniali, esprimono il loro parere sul bilancio e sul rendiconto annuale comunicandolo all'Assemblea ed effettuano verifiche di cassa.

Art.11 - (Il Collegio dei Probiviri)
Il Collegio dei Probiviri é composto da tre membri ufficiali e due supplenti. Sono eletti dall'Assemblea tra i soci e restano in carica due anni.
Esso ha il compito di istruire e decidere, senza formalità di rito, sulle vertenze e/o controversie tra i soci o tra questi e l'Associazione o i suoi organi.
Le decisioni del Collegio dei Probiviri sono inappellabili e non sono impugnabili in sede giudiziaria.

Art.12 - (Il Comitato Scientifico)
Il Comitato Scientifico è costituito da esponenti delle varie discipline economiche, sociali, giuridiche, scientifiche, letterarie ed artistiche in numero non superiore ad 11, designati dal Comitato di Direzione.
Il Comitato partecipa alla elaborazione del programma di attività e collabora con il Comitato di Direzione per promuovere le singole iniziative e per curarne l'attuazione.

Art.13
Per tutto quanto non disciplinato dal presente Statuto decide l'Assemblea a maggioranza assoluta dei presenti ed in ogni caso si rinvia alle norme del Codice Civile in materia di Associazioni.

Il Presidente
Vito Lucio Lo Monaco


English version:

Statute of the Association of Studies and Cultural Initiatives

Art.1 - (Constitution, name, location, duration)
The association "Pio La Torre" Center of Studies and Cultural Initiatives is based in Palermo.
It is a non-profit association of unlimited duration (ONLUS - Non-profit organization of social assistance).
Art.2 - (Purposes of the Association)
The main purposes of the Association are to operate on the proactive ground and cultural animation in favor of the lower classes and disadvantaged subjects and to prevent the phenomena of mafia.  Thanks to the experience gained in Sicilian and southern Italy contexts the Association operates to prevent also activities of organized crime such as extortion and usury by providing assistance, solidarity, protection and information to the victims of these phenomena. Pio La Torre Studies Centre aims to the growth and diffusion of general culture and an anti-mafia conscience both at national and international level.
In this context, the Association intends to carry out and promote original studies, initiatives and research concerning:
    a) aspects and problems of contemporary Sicily to renew and enhance the ideal and political heritage marked by the life and work of Pio La Torre, with the main purpose of focusing on the social-economic needs of the lower classes and trying to solve the problems of the popular classes and disadvantaged subjects;
    b) the focus and prevention of the phenomena of mafia and organized crime, extortion, national and international usury;
    c) assistance, solidarity, protection and information for the benefit of the victims of extortion, usury and other crimes by organized the organized criminal organizations. 
The main themes of the Association's intervention are:
The study of the historical and cultural traditions of Sicily, as well as the analysis of the history and conditions of the lower classes, of the peasant and worker movement, of disadvantaged subjects.
The study, analysis and knowledge of the phenomena of mafia and national and international organized criminal associations and their illegal activities.
The creation and promotion of activities and initiatives for assistance, solidarity, protection and information for the victims of extortion, usury, as well as for the prevention of such illegal activities and for the spread of an anti-mafia consciousness.
The themes of the revival and development of Sicily and the South, with particular regard to the problems and needs of the lower classes and the disadvantaged persons.; initiatives for peace and disarmament with particular regard to cooperation in the Mediterranean area;
The study of the territory as a historical-social and human space and as an economic and environmental resource. Issues related to the Sicilian Autonomy
The Association carries out its activity by promoting open meetings with scholars. operators, research institutions, national and international associations and foundations, expression of different ideals, political and cultural orientations.
Art.3 - (Association Activities)
To pursue the social goals the Pio La Torre Association:

It carries out research activities, both nationally and internationally, also in collaboration with other associations, institutions, institutes, universities and individual scholars;

it promotes, studies, conferences, seminars, exhibitions, meetings, initiatives, activities and any other scientific, cultural, operational and organizational initiative suitable for pursuing and carrying out operations bylaws at both national and international level,  in collaboration with other institutions and with the help of external consultants.

It promotes also activities of legal support and protection of the victims of extortion, of usury, and other action of mafia particularly in favor of the less well-off subjects in collaboration with other institutions and making use of external expertise.

It promotes publishing activities and publications, also in periodic form, to disseminate the results of its own research and activities, conference proceedings and seminars and any other work and contribution that may be useful for the performance of its activity;

It organizes its own library and archive structures to be made accessible to the public, especially in favor of the less wealthy, also with  INTERNET tools according to procedures to be established in  specific and written regulations. It publishes stories about Pio La Torre and other victims of mafia violence;

It establishes scholarships for young students, who are good and needy, to perform their studies and activities on the work of Pio La Torre or anti-mafia or other themes related to the Association's initiative;

It performs essential securities, real estate and financial transactions necessary or useful for the performance of social activities;

It performs any other activity directly or indirectly useful for the achievement of statutory intentions.
It is not assigned to perform activities other than the institutional ones, except for those connected to them.
Art.4 - (Income and corporate assets)
The revenue of the Association consists of:

membership fees and annual contributions from members, to the extent established by the Management Committee;

contributions, legacies, donations from individuals, companies and public and private bodies, aimed at pursuing the aims of the Association;

revenue from institutional activities.

 The patrimony of the Association is indivisible and consists of:

from the movable and immovable property owned by the Association;

from the reserve fund set up with budget surpluses.
It is strictly forbidden to distribute profits or surpluses, reserves and other funds, even indirectly. Any operating surpluses must be used for the implementation of the institutional activities and those directly connected.
In the event of dissolution of the Association, the assets and revenues that are not spent must be devolved to other non-profit organizations of social utility or for purposes of public utility, as established by the control body referred to in Article 3, paragraph 190 , of the law n.662 / 96, in the ways and in the terms established by the Assembly of the members of which to the art.8 to the senses of the art.10 of the D.Lgs n.460 of the 4 December 1997.
The financial year coincides with the calendar year.

Art.5 - (Admission and exclusion of members)
Members of the "Pio La Torre Center for Studies and Cultural Initiatives" can be all natural and legal persons, organizations and bodies that recognize themselves in the statutory purposes, undertake to accept the statute and abide by the resolutions that will regulate social life.
The members are equal in their rights and duties.
Each shareholder has the right to vote for the approval and modification of the statute and regulations.
Each member has the right to vote for the appointment of the association's governing bodies and the right to be elected in the same.
The temporary nature of the participation of the members in the associative life is excluded.
To be admitted as a member, the membership fee must be paid and the relative card issued by the Management Committee, which unquestionably expresses its requests for admission.
Members cease to belong to the Association:

for resignations, when they give written notice to the Steering Committee.
The resignation takes effect immediately except for the payment of the membership fee
for the current year;

by exclusion, in cases of serious non-compliance with the obligations derived from the present
statute, delinquency, incompatibility with the nature of the aims pursued by the Association, and, when, in any way, causing moral and material damage to the Association.
The exclusion of members is decided by a majority of those present.
Art.6 - (Organs of the Association)
The organs of the Association are:

President,

the shareholders' meeting,

the Steering Committee,

the Board of Auditors,

the Board of Arbitrators,

the Scientific Committee.
Art.7 - (The President)
The President is elected by the Steering Committee among its members, remains in office for two years and can be re-elected.
The President has the legal representation of the Association and the signature before third parties and in court.
The President convenes and presides over the Assembly and the Steering Committee, supervises the activities of the Association and the execution of the resolutions of the corporate bodies.
In urgent cases, the Chairman may exercise the powers of the Management Committee, reporting them promptly and, in any case, at the next meeting immediately.
In all other respects the President, in case of absence or impediment, is replaced by the Vice-president.
Art.8 - (The shareholders' meeting)
The Assembly is composed of all the members and a representative for each of the legal entities, organizations and associated bodies.
All members and members' representatives - legal persons have the right to vote. The Assembly discusses the general lines of the Association's activities, deliberates on the program of activities and on the initiatives submitted to it by the President, the Steering Committee and individual members; approves the financial statements, the financial statements and the reports of the Management Committee and the Board of Auditors; elects the Management Committee; resolves on statutory changes and on the interpretation of this Statute; decides on all other objects pertaining to the social management reserved to its competence by this Statute.
The Assembly meets at least three times a year on the initiative of the President or at the request of at least 1/5 of the members, and must take place, in this case, within twenty days from the date of the request.
On first call the Assembly is regularly constituted with the presence of half plus one of the members. On second call, it is duly constituted regardless of the number of attendees and validly decides by majority vote of those present on all matters on the agenda; the second call may take place the same day as the first one.
To decide on statutory changes and on the dissolution and liquidation of the Association, the presence of at least 50% of the members and the favorable vote of the 3/5 of those present is indispensable.
Voting can take place by show of hands or by secret ballot when one third of those present requests it.
Art.9 - (The Steering Committee)
The Steering Committee is invested with the widest powers for the ordinary and extraordinary management of the Association, except for those of competence of the Assembly. It defines the priority lines of the activities pursuant to art. 3 and elaborates the research and initiative programs of the Association.
It is composed of no more than fifteen members elected by the Assembly. In the event of a tie in votes, the vote of the President is valid for two votes. Its members hold office for two years and can be re-elected.
The Management Committee elects the President, the Vice-president, the Secretary - cashier and establishes the duties and responsibilities of other possible members of the Committee in relation to the planned activity. The Steering Committee authorizes the stipulation of all the deeds and contracts of any kind inherent to the activity of the Association, decides on relations with external bodies and institutions and on any agreements with collaborators and researchers. The Steering Committee sets up work and research sections and appoints those responsible; prepares the budget and the annual report to be submitted to the Assembly for approval.

Art.10 - (The Board of Auditors)
The Board of Auditors is composed of three members appointed by the Assembly and chosen from the members of the Association. They provide for the verification of the management deeds, ascertain the regular keeping of the accounting records and the merits of the asset valuations, express their opinion on the financial statements and on the annual report communicating it to the Assembly and carry out cash checks.

Art.11 - (The Board of Arbitrators)
The Board of Arbitrators is composed of three official members and two substitutes. They are elected by the shareholders' meeting and remain in office for two years.
It has the task of instructing and deciding, without formalities, disputes and / or disputes between the members or between them and the Association or its organs.
The decisions of the Board of Arbitrators are final and cannot be challenged in court.

Art.12 - (The Scientific Committee)
The Scientific Committee is made up of representatives of the various economic, social, legal, scientific, literary and artistic disciplines in a number not exceeding 11, designated by the Steering Committee.
The Committee participates in the preparation of the program of activities and collaborates with the Steering Committee to promote individual initiatives and to implement them.
Art.13
For all matters not covered by this Statute, the Assembly decides with an absolute majority of those present and in any case, refer to the rules of the Civil Code concerning Associations.

President
Vito Lucio Lo Monaco

asud'europa
Iscriversi al Centro Pio La Torre
Progetto educativo antimafia
News en
Europe 4 all
Amoru
Donaci il 5x1000
RASSEGNA VIDEO
23 Ottobre 2019 | Commenti (0) | Parti video 6

28 Maggio 2019 | Commenti (0) | Parti video 16

« Video precedenti

ISCRIVITI ALLA MAILINGLIST
Nome
Cognome
Email
Codice antispam X4D7S
Vuoi ricevere "asud'europa"?
 
I dati personali e l'indirizzo di posta elettronica forniti verranno trattati secondo il d.lgs. n. 196/2003 dal Codice Civile sulla tutela dei dati personali
Archivio digitale Pio La Torre
La Marcia di Pio
Memoria fotografica